martedì 16 febbraio 2016

Salon du Chocolat: Conclusa la I° edizione "Made in Italy"

Si è conclusa con la presenza record di 19.500 persone la I° edizione “Made in Italy” del Salon du Chocolat.

Siamo estremamente felici per il grande successo di pubblico ma soprattutto per la qualità degli stand e dei contenuti culturali e gastronomici proposti - ha dichiarato Roberto Silva Coronel, organizzatore del festival - e siamo molto soddisfatti per la risposta dei milanesi, pubblico curioso, competente e appassionato che ha potuto incontrare al Salon alcuni tra i massimi esperti del settore a livello internazionale. Protagonista è stato il cioccolato e i suoi grandi interpreti - continua Pietro Cerretani curatore della manifestazione - quei pastry chef, da Iginio Massari a Davide Comaschi a Gino Fabbri, che hanno deliziato il pubblico con eventi di assoluto livello e letteralmente presi d’assalto dal pubblico. Sono molti gli espositori che hanno già confermato la loro presenza per la prossima edizione per la quale da domani saremo al lavoro per renderla ancora più ricca di contenuti e di novità”.

Nelle tre giornate del salone si sono susseguiti numerosi Maestri Pasticceri e Chef. Tra le ricette che hanno incantato il pubblico il “Ciocco-òsa!” della Chef Lucia Tellone, un risotto con brodo di fava tonka, bulbo di tulipano cotto sotto sale e passato al fondente e bacche di goji. Lo Chef Paolo Griffa ha proposto un “Boule perdù”, una sfera di cioccolato, zenzero, rucola e arancia, un “Muesli crock” a base di yogurt, cereali e frolla al cioccolato e infine un dessert sanguinaccio, lamponi e arachidi. La chef Sara Preceruti ha infine presentato “Il cioccolato veste rosso”, peperoni ripieni di cioccolato.

Durante lo Show Cooking Andrea Provenzani, che ha presentato il "Dolce - Salato", un cremoso al caramello al sale maldon, sablè alle arachidi, sfoglia di cioccolato fondente, insalata di mango con pepe di sichuan e basilico. Lo Chef Carlo Cracco ha raccontato ad una numerosa platea di persone l’apprendistato del mestiere di cuoco, ha sottolineato come occorra girare molto, occorra aprirsi a culture diverse, e che in Italia esistono comunque opportunità per un giovane di aprire un proprio spazio di ristorazione. Al fianco del Campione del mondo di pasticceria Davide Comaschi, ha ricordato come sia fondamentale per un cuoco aver anche avuto una formazione nella pasticceria.

Il Maestro Paolo Sacchetti ha deliziato il pubblico con pesche di prato al cioccolato con tegole (twill) al gruè di cacao, mentre Alessandro Servida ha realizzato un’Eclaire Cheescake. Infine Marco Bianchi ha presentato la ricetta del suo famoso Cuore di cioccolato. Particolarmente apprezzato anche il doppio pastry show di Rossano Boscolo e dei suoi assistenti del campus Etoile di Tuscania, che hanno proposto il “Choc bon bon”.

Il Salon du Chocolat ha inoltre visto protagonista la moda, con il Chocolate Fashion Show: i giovani stilisti del Naba Fashion Lab di Milano guidati da Nicoletta Morozzi e supportati dall’expertise di Silvia Grilli, Direttore di Grazia Magazine insieme ai dieci Maitres Chocolatier di AMPI - Accademia Maestri Pasticceri Italiani - e nello specifico: Davide Comaschi vincitore del World Chocolate Masters di Parigi 2013, Giancarlo Cortinovis, Alessandro Dalmasso, Denis Dianin, Francesco Elmi, Fabrizio Galla, Gianluca Mannori, Pasquale Marigliano, Roberto Rinaldini, Alessandro Servida.) hanno progettato dieci abiti realizzati con il cioccolato.

Per Maggiori Informazioni: www.salonduchocolat.it


 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...